News

“A Copacabana”, così se la cantano Aldo, Giovanni e Giacomo

Per la prima volta in 25 anni di carriera Aldo Giovanni e Giacomo sono entrati in sala di registrazione: l’occasione è ‘A Copacabana‘, il brano originale che chiude il film ‘Fuga da Reuma Park’, nelle sale dal 15 dicembre. Musica e testo di Mauro Pagani, autore della colonna sonora del film, Giovanni canta (e gli altri due compaiono nel ritornello). ‘A Copacabana’, spiega il trio, “nasce come tanti pezzi del nostro repertorio: con l’improvvisazione. Quando ci siamo ritrovati in sala di registrazione è scattata la scintilla ed è partito il cazzeggio. Molto coerente con il film, pieno di gag e battute non scritte ma nate direttamente sul set”.
La colonna sonora è stata registrata e mixata alle Officine Meccaniche da Giuseppe Salvadori.
http://video.repubblica.it/embed/spettacoli-e-cultura/a-copacabana-cosi-se-la-cantano-aldo-giovanni-e-giacomo/260060/260370

Best Event Award

Il primo city laser show in Italia, evento organizzato da Samsung per l’arrivo del Galaxy S7 che ha ridisegnato un nuovo skyline metropolitano ha vinto il primo premio come miglior evento dell’ anno al Best Event Award.
Si è trattato di una grande installazione multimediale fatta di luce, laser, immagini e suoni che ha messo in connessione i grattacieli più alti di Porta Nuova e della città. Il tutto sulle note di Waveforms, una composizione di Andro (Andrea Mariano, tastierista dei Negramaro) con la partecipazione di Sergio Carnevale, Mauro Pagani e Lele Sacchi. Subito dopo dj set di Fatboy Slim!

Comunicato stampa

Mauro Pagani torna alla sua prima grande passione, scrivere e cantare canzoni. Arriva “The Big Man”: un brano post funk interpretato in inglese, una denuncia, un invito alla presa di coscienza sul preoccupante ritorno ai totalitarismi.

Leggi il comunicato

Mauro Pagani “Creuza de Ma” tour

30 luglio 2016
h. 21.30
L’Isola in Collina 2016
Ricaldone (Al)

Il meraviglioso viaggio continua….. Ricorre questʼanno il trentesimo
anniversario dalla prima pubblicazione di Creuza de Ma, capolavoro scritto a
quattro mani da Fabrizio de Andrè e Mauro Pagani ormai universalmente
riconosciuto come una delle pietre miliari della cultura musicale italiana,
votato dalla critica e dal pubblico “Miglior Disco Italiano” degli anni ottanta,
scelto da David Byrne e Rolling Stone America come uno dei dieci migliori
dischi del decennio nel mondo, al quarto posto dei 100 migliori dischi di
sempre della musica leggera italiana nella speciale classifica realizzata e
pubblicata da Rolling Stone Italia. Per celebrare lʼevento la Fondazione De
Andrè e Mauro Pagani hanno deciso di rimixare lʼalbum, partendo dai nastri
analogici originali e utilizzando al meglio le più moderne tecnologie digitali. Ne
è uscito un cd doppio, pubblicato dalla Sony e immediatamente entrato nelle
classifiche dei dischi più venduti, che include tutti i brani originali rimixati, un
arrangiamento completamente inedito di Jamin – a, tre remix alternativi di
altrettanti brani del disco e un intero concerto live di Fabrizio registrato
durante la tournèe di Creuza. In questi giorni Pagani sta preparando coi
suoi musicisti una tournèe che porterà in giro per lʼItalia i vecchi e nuovi mix
dellʼintero album, oltre a alcuni brani storici frutto della sua collaborazione con
De Andrè, tra cui A Cimma, Monti di Mola, Megu Megun, La Domenica delle
Salme e altri, e infine, last but not least, alcuni brani inediti che faranno parte
del suo nuovo cd già in fase di registrazione, la cui uscita è prevista per
lʼautunno di questʼanno. Qualche riflessione, a firma Mauro Pagani, tratta
dalla copertina dell’ album Creuza de Ma: Se guardo indietro e osservo quel
gran guazzabuglio di suoni, facce, chilometri, colori e storie che è la mia
ormai cinquantennale avventura di musicante, Creuza de Ma spicca tra tutti
come lʼavvenimento di gran lunga più importante, più misterioso e più
stupefacente cui abbia avuto la fortuna di partecipare.Perché importante, è fin
troppo ovvio. Misterioso, perché misterioso e imprevedibile è stato il caso che
ha fatto incontrare Fabrizio e me nel momento perfetto, quando entrambi
eravamo pronti: lui a rivoluzionare tutto il suo universo estetico e tuffarsi con
un enorme coraggio in un mare sconosciuto, le cui correnti erano davvero
difficili da prevedere e governare: io, a ordinare quasi miracolosamente la
gran quantità di suoni che avevo inghiottito in anni di bulimia mediterranea e
trasformarla in Canzoni. Stupefacente, come il romanzo di avventure che ne è
venuto fuori, come la reazione della gente, il gran turbine di sentimenti,
emozioni, sogni che è riuscito a suscitare in così tanti. Sono passati
trentʼanni, Fabrizio manca ormai da quindici, ma nullʼaltro è entrato
profondamente nella mia vita e nella mia quotidianità come Creuza.

Il progetto Gizmo alle Officine Meccaniche

Da qualche settimana si sono concluse le registrazioni del progetto musicale Gizmo. La band è composta da talenti eccezionali della musica internazionale: Adrian Belew, Steward Copeland, Vittorio Cosma e Mark King. Al mixer Fabrizio Romagnoli e Andrea Pellegrini con il supporto di Giuseppe Salvadori. Capo progetto Claudio Dentes!

Mauro Pagani, il nuovo video è “The Big Man”

Mauro Pagani torna alla sua prima grande passione, scrivere e cantare canzoni. Arriva “The Big Man”: un brano post funk interpretato in inglese, una denuncia, un invito alla presa di coscienza sul preoccupante ritorno ai totalitarismi. Registrato e mixato da Giuseppe Salvadori alle Officine Meccaniche di Milano, prodotto da Mauro Pagani con la collaborazione di Giuseppe Salvadori. Il brano ospita la voce femminile di Z-Star ai cori, Faso al basso, Daniele Moretto alla tromba, Mauro Pagani chitarra, tastiere e programmazione.
Il singolo, pubblicato su etichetta Officine Meccaniche Music, disponibile in download e su tutte le piattaforme streaming dal 15 luglio, è distribuito da A1 Entertainment ed è raccontato da un video visionario disponibile dal 16 luglio su Vevo. La clip è realizzata dalla Bedeschi Film, la regia è di Giovanni Bedeschi, Gigi Piola, Claudio Gallinella; il protagonista del video, oltre a Mauro Pagani, è Elio Scalamandrè; il corpo di ballo è guidato dalla coreografa Valentina Marmorato, le animazioni sono di Amir Andalib.
Il video è disponibile su Vevo e su YouTube

“Folfiri o Folfox” è uscito il nuovo album degli Afterhours

Finalmente potremo ascoltare l’ atteso album degli Afterhours. Il disco è stato registrato anche alle Officine Meccaniche da Tommaso Colliva con l’assistenza di Giuseppe Salvadori.

E’ uscito in cd e vinile il disco de “Il Complesso di Tadà”

Un disco che raccoglie le raffinate versioni de “Il Complesso di Tadà” dei grandi classici che hanno avuto successo negli anni 60. Ad interpretarli: Elio, Nina Zilli, Filippo Timi, Serena Altavilla. Alcune di queste registrazioni sono state fatte alle Officine Meccaniche da Giuseppe Salvadori.

Fortunato Zampaglione, Chiara Galiazzo, Baby K registrano alle Officine

Nei giorni scorsi sia Chiara Galiazzo, che Baby K hanno registrato nei nostri studi con la supervisione di Fortunato Zampaglione.
Al mixer Giuseppe Salvadori.

Giovanni Allevi registra alle Officine Meccaniche

Si sono concluse le registrazioni e i mixaggi del M.° Giovanni Allevi, che abbiamo ospitato con grande gioia alle Officine. Al mixer Giuseppe Salvadori.